Regolamento Giocoleria

icona-regolamento

 

 

Descrizione degli esercizi di gara

  1. Numero delle rotazioni del kettlebell
  2. Gruppo dell’esercizio
  3. Tipo di rotazione
  4. Piano di esecuzione
  5. A fianco va calcolato il punteggio dell’esercizio
  6. Ulteriori informazioni

(rotazioni o alloggiamenti particolari del kettlebell o dell’ atleta)

Esempi:

  • 1 frontale avanti dietro la schiena 2 pt
  • 1 sopra la testa orizzontale ext (180°) 3 pt

Esempio di combinazione:

  • 2 semplice indietro+ 1frontale slash +slash statico 11pt

(4 pt) (2pt) (2+1= 3pt) (+ bonus combo 2pt)

 Tipi di rotazione:

  •  Avanti: la maniglia è orientata sul piano orizzontale e la rotazione avviene in senso sagittale, in avanti dal basso verso l’alto
  • Indietro: la maniglia è orientata sul piano orizzontale e la rotazione avviene in senso sagittale, in dietro dall’alto verso il basso
  • Slash avanti: la maniglia è orientata in senso verticale e la rotazione avviene in senso sagittale dal basso verso l’alto
  • Slash indietro (..improbabile)): la maniglia è orientata in senso verticale e la rotazione avviene in senso sagittale dall’alto verso il basso
  • Orizzontale esterno (ext): la maniglia è orientata sul piano orizzontale e la rotazione avviene sul piano orizzontale dal lato libero al lato carico
  • Orizzontale interno (int) ((…improbabile)): la maniglia è orientata sul piano orizzontale e la rotazione avviene sul piano orizzontale dal lato carico al lato libero
  • Verticale esterno (V.ext): la maniglia è in posizione verticale e la rotazione avviene sul piano orizzontale dal lato libero al lato carico
  • Verticale interno (V.int): la maniglia è in posizione verticale e la rotazione avviene sul piano orizzontale dal lato carico al lato libero

 

Gruppi di Esercizi

SEMPLICI:

Per semplici si intendono quel gruppo di esercizi in cui la ghiria viene lanciata e ruota semplicemente davanti all’atleta all’altezza del capo:

  • Semplice avanti
  • Semplice indietro
  • Semplice slash
  • Semplice slash indietro
  • Semplice orizzontale esterno (ext)
  • Semplice orizzontale interno (int)
  • Semplice verticale esterno (v.ext)
  • Semplice verticale interno (v.int)

 

FRONTALI:

Per “frontali” si intendono quel gruppo di esercizi in cui la ghiria viene lanciata da una mano all’altra dell’atleta e fatta ruotare passando davanti o dietro ad esso, sul piano frontale:

  • Frontale avanti
  • Frontale indietro
  • Frontale slash
  • Frontale sotto gamba
  • Frontale slash sotto gamba
  • Frontale dietro la schiena
  • Frontale slash dietro la schiena
  • Frontale inverso avanti
  • Frontale inverso indietro
  • Frontale inverso slash

 

SOPRA LA TESTA:

Per “sopra la testa” si intendono quel gruppo di esercizi in cui la ghiria viene lanciata e fatta ruotare al di sopra della testa dell’atleta che, per riprenderla con la stessa mano o cambiando mano, dovrà girarsi di 180° cambiando fronte sullo stesso piano:

  • Sopra la testa avanti (180°)
  • Sopra la testa indietro (180°)
  • Sopra la testa slash (180°)
  • Sopra la testa verticale (180°): l’atleta si gira di 180° seguendo lo stesso senso di rotazione del kettlebell
  • Sopra la testa orizzontale (180°): l’atleta si gira di 180° seguendo lo stesso senso di rotazione del kettlebell
  • Sopra la testa orizzontale ext reverse: l’atleta si gira di 180° nel senso di rotazione opposto a quello del kettlebell (in questo esrcizio il numero delle rotazioni viene conteggiato in: ½  (180°), 1 ½ (540°), 2 ½ (720°)
  • Sopra le spalle

 

STATICI:

Per statici si intendono quel gruppo di esercizi in cui la ghiria viene stoppato, senza afferrare la maniglia, o con il braccio disteso sopra la testa (come nello strappo) o con il braccio flesso adeso al torace (come nel clean), in questo caso viene distinto dalla sigla (BF):

  • Neutro Statico -(BF)
  • Avanti Statico – (BF) (in questo esrcizio il numero delle rotazioni viene conteggiato in: ½ (180°), 1 ½ (540°), 2 ½ (720°)
  • Indietro Statico – (BF)
  • Slash Statico
  • Frontale avanti Statico -(BF)
  • Frontale slash Statico
  • Frontale inverso Statico (BF)
  • Frontale sotto gamba Statico (BF)
  • Frontale slash sotto gamba Statico
  • Frontale Statico dietro la schiena (BF)
  • Frontale slash Statico dietro la schiena

È possibile chiudere gli esercizi statici dalla posizione “in ginocchio”; basterà aggiungere alla dicitura la scritta (GIN)


 

RUOTE

Per “ruote” si intendono quelle figure in cui la ghiria viene lanciata e fatta ruotare sopra la testa dell’atleta compiendo un arco di 360°e, a differenza dei “sopra la testa” ,è previsto un cambio di fronte (es. da frontale a sagittale )

Ruote semplici

  • Ruota 1: si parte dal frontale avanti , si fa compiere alla ghiria un arco sopra la testa di 360° e si riprende sempre sul piano frontale, con la stessa mano.
  • Ruota 1 laterale: l’esercizio si compie sul piano sagittale, di fianco all’atleta, si fa compiere alla ghiria un arco sopra la testa di 360° dal basso verso l’alto, da dietro a davanti e si riprende sempre sul piano sagittale, con la stessa mano.
  • Ruota 2: si parte dal frontale avanti, si fa compiere alla ghiria un’ arco sopra la testa di 360°, mentre l’atleta ruota di 90° fino a trovarsi sul piano sagittale; è possibile riprendere la ghiria con la stessa mano di lancio o con la mano opposta.
  • Ruota 3: si parte dal semplice avanti, , si fa compiere alla ghiria un’ arco sopra la testa di 360°, mentre l’atleta ruota di 90° fino a trovarsi sul piano frontale per riprendere la ghiria con la mano opposta a quella di lancio.

Ruote complesse

  • Ruota C1: si parte dal frontale avanti, si fa compiere alla ghiria un arco sopra la testa di 360° mentre l’atleta ruota di 180° e cambia mano al volo per trovarsi sul piano frontale opposto
  • Ruota C1 inversa: si parte dal frontale avanti inversa, si fa compiere alla ghiria un arco sopra la testa di 360° mentre l’atleta ruota di 180° e prende la ghiria con la stessa mano di lancio, per trovarsi sul piano frontale opposto
  • Ruota C1 inversa opposta: si parte dal frontale avanti inversa, si fa compiere alla ghiria un arco sopra la testa di 360° mentre l’atleta ruota di 180° e cambia mano al volo per trovarsi in frontale inversa opposto

Ruote super

  • Ruota 270: si parte dal semplice avanti, , si fa compiere alla ghiria un’ arco sopra la testa di 360°, mentre l’atleta ruota di 270° riprendere la ghiria con la mano opposta a quella di lancio fino a trovarsi sul piano frontale per
  • Ruota inversa 270: si parte dal frontale avanti inversa, si fa compiere alla ghiria un arco sopra la testa di 360° mentre l’atleta ruota di 270° e cambia mano al volo per trovarsi sul piano sagittale
  • Ruota 360: si parte dal frontale avanti inversa, si fa compiere alla ghiria un arco sopra la testa di 360° mentre l’atleta ruota di 360° e cambia mano al volo per trovarsi di nuovo sullo stesso piano frontale

 


Regolamento generale di gara
Ogni atleta è tenuto a conoscere il regolamento

 

1)Categorie:

1.1) atleti individuali

  •  individuale maschile con una ghiria
  •  individuale femminile con una ghiria

1.2) gruppi di atleti

  •  coppia maschile con due ghirie
  •  coppia femminile con due ghirie
  •  coppia mista con due ghirie
  •  trio maschile con tre ghirie
  •  trio femminile con tre ghirie
  •  trio misto con tre ghirie
  •  quartetto maschile con quattro ghirie
  •  quartetto femminile con quattro ghirie
  •  quartetto misto con quattro ghirie

 

2) Ghirie

2.1) E’ possibile gareggiare solo con ghirie da competizione ufficiali o conformi

2.2)Gli atleti delle categorie maschili di classe A gareggiano con ghirie di peso 16 kg

2.3) Le atlete delle categorie femminili di classe A gareggiano con ghirie di peso 8 kg

2.4)Gli atleti delle categorie maschili di classe B gareggiano con ghirie di peso 12 kg

2.5) Le atlete delle categorie femminili di classe B gareggiano con ghirie di peso 6 kg

2.6) E’ tollerata una variazione del peso ufficiale della ghiria di 100g in più o in meno

2.7) Ogni atleta può gareggiare con la propria ghiria, che verrà controllata dal giudice assistente di pedana

2.8) ogni atleta ha diritto ad un tempo per riscaldarsi e preparare la ghiria prima della gara, e dovrà essere effettuato in uno spazio pienamente visibile ai giudici

 

3) Responsabilità degli atleti

3.1) E’ necessario che per ogni squadra ci sia un rappresentante

3.2)gli atleti o le squadre potranno indirizzare ogni e qualsiasi nota o reclamo o specifica al giudice di gara solo attraverso i loro rappresentanti di squadra.

3.3) tutti i rappresentanti di squadra devono presentarsi al breefing pre gara con il presidente di giuria almeno un’ora prima dell’inizio delle competizioni

3.3) il programma di gara di ogni atleta o gruppo di atleti va inviato via mail all’incaricato dalla federazione o in alternativa consegnato al giudice segretario almeno tre ore prima dell’inizio delle competizioni.

3.4) il supporto musicale di ogni coreografia va inviato via mail all’incaricato dalla federazione o in alternativa consegnato al giudice segretario almeno tre ore prima dell’inizio delle competizioni assieme al relativo programma di gara

3.5) ogni atleta o gruppo di atleti deve calcolare e dichiarare sul programma di gara il “COEFFICIENTE DI DIFFICOLTA’ INIZIALE” in base al punto del regolamento N° 8) Punteggio

3.6) Il programma di gara deve essere presentato seguendo i criteri descritti nell’allegato “descrizione degli esercizi di gara”

3.7) tutti i programmi di gara o i relativi supporti musicali presentati in modo diverso o fuori tempo massimo non verranno presi in considerazione e l’atleta o il gruppo di atleti verranno automaticamente squalificati

3.8) Gli atleti e le squadre dovranno essere strettamente disciplinati, mostrare assoluto rispetto degli altri atleti e delle altre squadre, del pubblico e degli arbitri

 

4) Costumi

4.1) I concorrenti possono indossare un costume inerente alla coreografia del programma di gara; è consentito indossare un abbigliamento ginnico semplice (maglietta, canotta, pantalone lungo della tuta, calzoncino corto, body), assolutamente in ordine;

4.2) i concorrenti all’interno di un gruppo di atleti devono avere i costumi uguali; sono consentite differenze se inerenti al tema del programma di gara (esempio: battaglia eroe antagonista)

4.3) Le mani devono essere libere. E’ consentito l’uso del magnesio e di polsini di 10 cm; non sono ammessi ne guanti ne fasciature

 

5) Campo di gara

5.1) le dimensioni minime del campo di gara devono essere almeno di 6 metri per 6 metri

5.2) Il fondo del campo di gara deve garantire la protezione del terreno sottostante

5.3) il fondo deve essere di legno compensato spesso almeno 2 cm o di materiale rigido altrettanto resistente ( tipo tatami)

5.4) all’esterno del campo di gara vanno allestite delle protezioni morbide (tatami, materassini)

 

6) Giuria

6.1) La giuria è formata da:

  •  Presidente di giuria
  •  Giudice segretario
  •  Giudici di pedana ( assegnatore / penalizzatore)
  •  Giudice assistente di pedana
  •  Assistente ai supporti musicali (tecnico del suono)

6.2) Il presidente di giuria :

  •  Deve coordinare l’azione di tuti i giudici
  •  È il responsabile del buon andamento della gara
  •  È il responsabile della sicurezza degli atleti
  •  E il responsabile della preparazione e dell’imparzialità dei giudici
  •  Deve tenere una riunione con i membri del corpo giudicante prima del breefing pre gara
  •  Deve tenere un breefing sul regolamento con gli atleti e i rappresentanti di squadra prima dell’inizio delle competizioni
  •  Deve dirigere la gara e risolvere qualsiasi contrioversia
  •  Deve sostituire eventualmente i giudici che commettono gravi errori
  •  Deve sospendere la gara in caso di proteste
  •  Ha il diritto di cambiare al bisogno il programma di gara
  •  Ha il diritto di squalificare gli atleti la cui preparazione tecnica, condotta di gara o uniforma di gara, non siano confacenti al regolamento

6.3) il giudice segretario:

  •  Prepara la necessaria documentazione tecnica e si assicura che tutto sia in ordine
  •  Esegue i protocolli delle competizioni e verbalizza le decisioni del presidente di giuria, i punteggi dei giudici di pedana ed eventuali proteste
  •  Fornisce i programmi di gara numerati in funzione dell’uscita degli atleti o delle squadre ai giudici di pedana
  •  Fornisce i supporti musicali abbinati ai programmi di gara numerati in funzione all’uscita degli atleti o delle squadre all’assistente incaricato alla riproduzione delle musiche

6.4) Giudice di pedana (assegnatore)

  •  Sono necessari almeno 3 giudici di pedana durante le competizioni
  •  Devono verificare di avere tutti i programmi abbinati agli atleti in gara
  •  Assieme al giudice Penalizzatore, prima dell’inizio delle competizioni verificano che il “COEFFICIENTE DI DIFFICOLTA’ INIZIALE” di ogni programma sia corretto
  •  Durante la competizione assegnano il punteggio in base agli esercizi svolti
  •  Alla fine della competizione mostrano al giudice segretario il totale del punteggio assegnato all’atleta o alla squadra

6.5) Giudice di pedana (penalizzatore)

  •  Deve verificare di avere tutti i programmi abbinati agli atleti in gara
  •  Assieme ai giudici Assegnatori, prima dell’inizio delle competizioni verifica che il “COEFFICIENTE DI DIFFICOLTA’ INIZIALE” di ogni programma sia corretto
  •  Durante la competizione assegna le penalità agli atleti in gara
  •  Alla fine della competizione mostra al giudice segretario il totale del punteggio delle penalità assegnato all’atleta o alla squadra

6.6) Giudice assistente di pedana

  •  Controlla che il campo di gara sia idoneo e in ordine
  •  Convoca gli atleti secondo l’ordine di uscita
  •  Controlla la regolarità dell’abbigliamento e dell’attrezzatura degli atleti

6.7) Assistente ai supporti musicali (tecnico del suono)

  •  Verifica l’efficienza dell’impianto musicale
  •  Verifica che i supporti musicali degli atleti siano riproducibili
  •  Si occupa di far partire le musiche abbinate agli atleti in gara

7) Condizioni generali di gara

7.1) il programma di gara di ogni atleta o gruppo di atleti è libero e verrà giudicato in funzione del punteggio assegnato ad ogni esercizio correttamente eseguito

7.2) ogni coreografia deve durare da un minimo di 1,5 minuti ad un massimo di 3 minuti (salvo particolari deroghe del presidente di giuria)

7.3) il punteggio totale di ogni coreografia è dato dalla media del punteggio dei due giudici assegnatori meno il punteggio del giudice penalizzatore

7.4) il segnale di “VIA ALLA MUSICA” può essere dato direttamente all’assistente ai supporti musicali o dagli atleti in pedana o dal rappresentante di squadra

7.5) il presidente di giuria può espellere un atleta o gruppo di atleti che mostrano un comportamento antisportivo sia in pedana che al di fuori di essa

7.6) i giudici di pedana possono interrompere il programma di un atleta o gruppo di atleti se lo ritengono pericoloso per se stesso o per gli altri; verrà comunque assegnato un punteggio agli esercizi eseguiti fino al momento dell’interruzione del programma

7.7) ogni atleta o gruppo di atleti ha una sola possibilità di eseguire il proprio programma

7.8) Vince l’atleta o gruppo di atleti che si aggiudica il punteggio maggiore per ogni categoria

7.9) in caso di parità vince l’atleta o gruppo di atleti che conclude il programma con meno penalità

7.10) Se si presentano meno di tre squadre in una categoria (maschile o femminile) vale il titolo assoluto di categoria (individuale, coppia, trio, quartetto )

 

8) Punteggio

8.1) ogni esercizio all’interno del programma può essere ripetuto infinite volte ma verrà conteggiata una sola volta

8.2) lanci semplici a due mani

  •  1 rotazione 1 punto
  •  2 rotazioni 2 punti
  •  3 rotazioni 3 punti

8.3) lanci semplici e frontali a una mano

  •  1 rotazione 2 punti
  •  2 rotazioni 4 punti
  •  3 rotazioni 6 punti

8.4) Esercizi “sopra la testa”, “statici” e “ruote semplici” partono con 1 punto in più alla partenza

  •  Senza alcuna rotazione 1 punto + 0 punti rotazione TOT 1 punto
  •  Con una rotazione (180°) 1 punto + 2 punti rotazione TOT 3 punti
  •  Con due rotazioni (540°) 1 punto + 4 punti rotazione TOT 5 punti
  •  Con tre rotazioni (900°) 1 punto + 6 punti rotazione TOT 7 punti

8.5) ruote complesse partono con 2 punti in più alla partenza

  •  Senza alcuna rotazione 2 punti + 0 punti rotazione TOT 2 punti
  •  Con una rotazione 2 punti + 2 punti rotazione TOT 4 punti
  •  Con due rotazioni 2 punti + 4 punti rotazione TOT 6 punti
  •  Con tre rotazioni 2 punti + 6 punti rotazione TOT 8 punti

8.6) ruote super partono con 3 punti in più alla partenza

  •  Senza alcuna rotazione 3 punti + 0 punti rotazione TOT 3 punti
  •  Con una rotazione 3 punti + 2 punti rotazione TOT 5 punti
  •  Con due rotazioni 3 punti + 4 punti rotazione TOT 7 punti
  •  Con tre rotazioni 3 punti + 6 punti rotazione TOT 9 punti

8.7) stop senza mani: fermare la palla sul torace o dietro alla nuca senza mani 4 punti

8.8) combinazioni: la combinazione consecutiva di tre esercizi proposti per la prima volta durante la gara da diritto, oltre al valore stesso degli esercizi proposti a 2 punti

8.9) spettacolarità: per l’aggiunta nella coreografia di elementi di ginnastica a corpo libero (esempio: verticali, planche, ecc..) viene attribuito un premio di unico a seconda della qualità e della quantità degli elementi proposti da 3 a 5 punti

8.10)coerenza coreografica: per l’attinenza dei gesti sulla musica proposta ( esempio: musica veloce-sequenza veloce degli esercizi) e dei costumi viene attribuito un bonus da 3 a 5 punti

 

9) Penalità

9.1) da 0,25 a -0,75

  •  Presa imprecisa dopo il lancio
  •  Mancata ampiezza del movimento
  •  Posizione inappropriata del braccio libero
  •  Perdita di equilibrio nella fase di lancio
  •  Perdita di equilibrio nella fase di presa o di stop
  •  Rotazioni inappropriate sotto l’asse delle clavicole

9.2) da -1 a -2,75

  •  Mancata sincronicità fra i gruppi di atleti
  •  Quando nonostante la presa salda si continua l’esercizio dopo che la ghiria ha toccato il pavimento
  •  Quando si continua l’esercizio dopo aver toccato inadeguatamente la ghiria con una parte del corpo o con il braccio libero

9.3) da -2 a -6

  •  caduta a terra della ghiria (il punteggio decrementa in maniera direttamente
  •  presa inappropriata della ghiria con due mani
  •  esercizio mancato da programma

(queste penalità vengono attribuite in maniera direttamente proporzionale alla difficoltà dell’esercizio proposto)